Bonus casa 2020

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampa

Bonus Casa 2020, quali sono gli incentivi e le detrazioni che saranno prorogate nella Legge di Bilancio?

Il secondo Governo Conte si è detto fin da subito favorevole a supportare gli investimenti green, con lo scopo di inserire l’economia italiana nel più ampio movimento del New Green Deal.

C’è dunque tutta l’intenzione da parte del Governo Conte di prorogare tutti i bonus casa nella Legge di Bilancio 2020.

C’è anche una novità: il Documento Programmatico di Bilancio fa riferimento ad un nuovo incentivo, il cosiddetto bonus facciate, che consiste nella possibilità di detrarre il 90% delle spese sostenute per il rifacimento delle facciate esterne e dei giardini.

Il Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli aveva precedentemente dichiarato di voler prorogare il pacchetto di incentivi che riguardano sia la ristrutturazione che la riqualificazione energetica.

Grazie alle detrazioni fiscali e all’uso di fonti di energia rinnovabili, ricorda il Ministro Patuanelli, dal 2007 a oggi gli investimenti ammontano a 39 miliardi di euro.

In base alle dichiarazioni passate del Ministro Patuanelli e alle novità contenute nel Documento Programmatico di Bilancio, sembra più che lecito pensare che saranno prorogati nel 2020 tutti i bonus casa: non solo quindi detrazioni per i mobili e per gli elettrodomestici,

ma anche le detrazioni che riguardano gli investimenti green, con la novità del bonus facciate per i condomini.

Il bonus facciate 2020 consiste nella detrazione del 90% delle spese sostenute per la ristrutturazione delle facciate esterne dei condomini.

Il bonus sarà disponibile solo per un anno, quindi si potranno detrarre i costi delle spese effettuate solo nel 2020.

Non sono previsti limiti di spesa o di reddito per i contribuenti per accedere all'agevolazione.

 

Non è previsto nemmeno un fondo risorse per i costi, perché l’idea alla base del bonus facciate è che si autofinanzi grazie alle condizioni estremamente favorevoli che lo caratterizzano.

Lo scopo è quello di dare un nuovo volto alle città: se si riuscisse a instaurare un circolo virtuoso tra numero di cantieri al lavoro e costo delle agevolazioni, ci si potrebbe anche riuscire.

Confermato il bonus ristrutturazione, grazie al quale si beneficia di un rimborso IRPEF del 50% della spesa sostenuta fino a un massimo di 96.000 euro per singola unità immobiliare, si tratta di uno dei bonus di maggior successo.

Sono in molti a sperare che il tetto massimo dei 96.000 euro venga aumentato, perché si tratta di un importo che non sempre risulta adeguato per gli interventi di ristrutturazione edilizia.

Collegato al bonus ristrutturazioni, anche il bonus mobili dovrebbe essere rinnovato per il 2020: si tratta di una detrazione IRPEF del 50% delle spese sostenute fino ad un massimo di 10.000 euro per i contribuenti che effettuano lavori di ristrutturazione e

che comprano mobili nuovi o elettrodomestici per arredare l’immobile ristrutturato. Tra le detrazioni che dovrebbero essere prorogate anche nel 2020 c'è il cosiddetto bonus verde, ovvero sarà possibile detrarre il 36% delle spese sostenute fino ad un massimo di 5.000 euro

per la realizzazione, manutenzione ordinaria o ristrutturazione di giardini, aree verdi scoperte, recinzioni, impianti di irrigazione e pozzi.

Sembra certa anche la proroga dell'ecobonus per i lavori di riqualificazione energetica, ad esempio l'installazione di pannelli solari, pareti isolanti, coperture e pavimenti, ma anche di infissi e schermature solari.

In base al tipo di lavoro effettuato le detrazioni vanno da 50% al 70%, fino ad arrivare all’85% per i lavori in condominio.

Dovrebbe rimanere in vigore anche la detrazione dal 50% all’80% per i contribuenti che effettueranno lavori per la riduzione del rischio sismico sia in edifici singoli che in condomini.

Col sisma bonus rimane in vigore la possibilità di migliorare la classe sismica degli edifici, migliorando la sicurezza per un importo di spesa massimo di 96.000 euro all’anno per ogni unità immobiliare.

Fonte : Web.

.